Quasi 2.000 minori sono stati abusati sessualmente da 450 devoti cattolici in Illinois tra il 1950 e il 2010 | Comunità

I manifestanti detengono i ritratti dei sopravvissuti agli abusi del clero in Illinois nel 2011.Scott Olson (Getty Images)

Circa 2.000 bambini dell’Illinois sono stati abusati sessualmente da preti cattolici tra il 1950 e il 2010, secondo un rapporto dell’ufficio del procuratore generale dello stato pubblicato martedì, che mostra anche come l’abuso sia stato trascurato e nascosto dai leader della chiesa. Casi perpetrati per decenni nell’arcidiocesi di Boston e la cui rivelazione ha contribuito notevolmente alla denuncia di questo flagello negli Stati Uniti.

Il rapporto di 696 pagine, pubblicato dal procuratore generale dell’Illinois Kwame Raoul, conferma le accuse di abusi contro 451 sacerdoti cattolici nelle sei diocesi dello stato, con almeno 1.997 vittime negli ultimi sette decenni, il doppio del numero registrato in Pennsylvania. periodo, si verificò un altro dei più grandi casi di blacklist della Chiesa americana. Il testo pubblica per la prima volta i nomi di 149 sacerdoti e predicatori che, secondo l’inchiesta, sarebbero stati oggetto di credibili denunce. Come sottolinea Raoul nell’introduzione al rapporto, l’indagine è stata avviata nel 2018 dal suo predecessore, Lisa Madigan, che ha accusato la chiesa di sottostimare i casi, identificando inizialmente 103 molestatori tra le sue fila. Dei 451 nominati nel rapporto, 330 sono morti.

La rivelazione dell’Illinois si aggiunge a un lungo elenco di indagini in tutto il mondo, e in particolare in America Latina, sugli abusi sessuali in istituzioni dipendenti dalla Chiesa cattolica come scuole, collegi o parrocchie, nonché sulla pratica sistematica di coprire i predatori. Trasportali verso altre destinazioni, diffondendo così il pericolo. Film vincitore dell’Oscar riflettoreSull’inchiesta del Boston Globe che ha denunciato gli abusi in quella diocesi del Massachusetts, racconta bene la cappa del silenzio prima e l’improvviso trasferimento di preti molesti poi. “Decenni di decisioni e politiche da parte della gerarchia cattolica hanno permesso a noti molestatori di bambini di nascondersi, spesso in bella vista”, ha detto Raul.

Gli scandali di abusi hanno minato la reputazione della chiesa e hanno rappresentato una sfida importante per papa Francesco, che ha intrapreso una serie di azioni nell’ultimo decennio volte a ritenere la corte responsabile, con risultati alterni a causa della resistenza interna. La Chiesa americana ha dovuto pagare milioni di dollari per evitare cause legali, tanto che tra il 2004 e il 2009 sette parrocchie hanno dichiarato bancarotta per evitare il pagamento. Proprio l’anno scorso, la diocesi del New Jersey ha accettato di pagare 87,5 milioni di dollari alle 300 vittime, e un mese dopo, la diocesi di Santa Fe ha stanziato 121 milioni di dollari a tal fine. Nel 2007, la chiesa negli Stati Uniti ha pagato più di 1,4 miliardi di dollari di risarcimento.

In Illinois, gli investigatori hanno esaminato migliaia di fascicoli, hanno passato ore a intervistare i rappresentanti della chiesa e hanno esaminato più di 600 denunce delle vittime. Molti non possono chiedere giustizia a causa della prescrizione dei reati, che in alcuni casi sono stati commessi decenni fa. Il rapporto aspira, però, a risarcire parzialmente le vittime, che non descrive come tali, ma piuttosto come “sopravvissute”.

Nell’avviso, il procuratore generale ha sottolineato: “Questi autori non possono mai essere ritenuti responsabili in tribunale, ma citandoli qui, l’intento è quello di offrire responsabilità pubblica e una misura di rimedio ai sopravvissuti che hanno sofferto per così tanto tempo in silenzio”. “Quasi tutti gli interrogati dal Pubblico Ministero hanno denunciato un disturbo mentale a seguito dei maltrattamenti”, si legge nel testo.

Tra i casi documentati, presentati dalle parrocchie e che indicano il numero delle vittime – per lo più bambini, ma anche alcune ragazze e giovani donne – c’è quello di padre Francis Scoop, giunto nella diocesi di Belleville alla fine degli anni ’50 o all’inizio degli anni ’60. La sua pedofilia non è mai stata un segreto, poiché in una lettera del marzo 1959 inviata alla diocesi, un parroco avvertiva: “Skube causerà gravi danni spirituali fingendo di essere religioso”. L’avvertimento non ha impedito a Skube di abusare di tre minori.

Riguardo a padre Robert Meyer, il rapporto afferma che l’arcidiocesi di Chicago riceve denunce da anni, anche se “si è rifiutata di rimuoverlo dal ministero”. Un altro sacerdote, Thomas Francis Kelly, ha abusato di più di 15 ragazzi di età compresa tra gli 11 ei 17 anni in varie parrocchie negli anni ’60 e ’70.

Secondo una conferenza episcopale locale, nel 2019 vivevano in Illinois circa 3,5 milioni di cattolici, che rappresentano il 27% della popolazione dello stato. Le sei parrocchie dell’Illinois contavano circa 950 parrocchiani e più di 2.200 sacerdoti.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close