Torna indietro e Aztecazo! Chivas rende l’epopea e distrugge l’America

Chivas Rayadas del Guadalajara giocherà la Grand Final del calcio messicano dopo aver eliminato l’America nelle semifinali di Clausura 2023 e ora affronteranno UANL Tigres.

“Epico”, “Storico”, “Indimenticabile”, “Aztecazo”. Mettilo come vuoi. Chivas ha partecipato al gran finale del calcio messicano dopo aver sconfitto l’América 1-3, 2-3 complessivo. Ora, rievocherà il finale contro i Tigers , avvenuta nel 2017.

Ronaldo Cisneros, Alan Muzzo Il gol epico Chiquete Orozco di Chivas, mentre Diego Valdes Ha stabilito il pareggio provvisorio per l’America.

Gol Chivas! L’autogol di Caceres è stato causato da Ronaldo per lo 0-1

La partita è passata dal meno al più e come l’andata è finita per essere una grande partita, soprattutto nella ripresa dove c’era di tutto: gol, espulsioni, dissapori. Tutto, come previsto, prima dell’intero Estadio Azteca vivere un’altra epopea nella sua grande storia.

Fin dall’inizio, il Chivas ha chiarito che avrebbe tentato il tutto per tutto per la rimonta. Paulownitch Carlos Cisneros ha iniziato a cercare più profondità sulla fascia e Ronaldo Cisneros come perno dell’attacco alla ricerca dei due gol di cui avevano bisogno.

Così, grazie a Ronaldo Chiva, il punteggio è stato 0-1 in una partita preceduta da un possibile fallo su Alessandro Zendegas. Il giocatore del Chivas non ha esitato davanti ad Angel Malagón, con la sua grande complicità Sebastian Caceresha segnato il gol che Guadalajara sperava.

annullato! Il fischio va al videoassistente arbitrale e annulla il gol di Ronaldo Cisneros

L’incontro è iniziato con un buon ritmo predicando un ritmo entusiasmante come è successo Akron. Tuttavia, i conteggi del valore reale sono stati inizialmente calcolati. A parte il gol, ha lavorato per Richard Sanchez e un altro prima Alessio Vegail primo periodo è stato in grado di fornire di più.

Il sequel è iniziato con il Chivas che aveva bisogno di un gol perché nonostante fosse 0-1, l’America è avanzata grazie a una posizione migliore in classifica.

Purtroppo non ci saranno buone notizie perché il Chivas è rimasto senza Carlos Cisneros, che ha lasciato la partita dopo essersi infortunato ed è uscito dallo stadio in lacrime. Devi ricordare quel file CharalHa una lunga storia di problemi fisici.

sfratto! Fidalgo spazza Beltran e si becca il cartellino rosso

L’America è stata l’ospite della partita e dopo insistenza, il pareggio è arrivato dopo un’ottima definizione di Diego Valdés grazie a un colpo di testa che ha lasciato Miguel Jimenez senza opzioni.

Scacco matto era. Troppo presto, ma l’America ha giudicato le semifinali perché il Chivas ha richiesto due gol… cosa che è accaduta contro ogni previsione.

Pochi minuti dopo la fine della partita, l’America è rimasta con 10 calciatori a causa dell’espulsione dello spagnolo. Alvaro Fedelgo.

Questo è importante! Mozo serve un fulmine e mette il Chivas sull’1-2

E da buon classico non potevano mancare le polemiche. Il Chivas ha segnato il 2-1 dopo un altro gol di Ronaldo Cisneros, ma grazie al video assistente arbitrale il gol è stato annullato a causa di un possibile fallo precedente. Vittorio Guzman SU Miguel Leon. La risoluzione lascerà molto a desiderare.

Questa sarà la prossima giocata quando il Chivas tornerà in vantaggio dopo un gran gol di Alan Mouzzo, appena entrato in campo. L’ex Pumas ha sferrato un calcio pesante che ha sconfitto Ángel Malagón. A 15 minuti dalla fine, Herd aveva ancora bisogno di un altro punteggio.

E alla fine ebbe luogo il grande ed epico evento dell’Aztecazo, il Ritorno. Jesus Chiquet Orozco ha segnato il gol di passaggio nella Grand Final contro il Tigres. Un gigantesco colpo di testa ha lasciato il punteggio sull’1-3.

America legata! Valdes tira e finisce in rete sull’1-1

L’America non è stata in grado di rispondere e Fernando Ortiz ha subito la sua più grande sconfitta. Chivas è tornato al Grand Final e lo avrebbe fatto di nuovo contro i Tigers. Grande partita in Azteca, che non sarà mai dimenticata.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close
Close